Condividere le storie è affascinante!

Gesù all’Ultima Cena, racconta agli apostoli la sua storia. Una cena inquietante (Gv 13,12-30), non solo per i gesti di Gesù, ma proprio per la storia che Gesù racconta, la sua storia che nemmeno gli apostoli non intuivano. Il futuro di Gesù si gioca nel racconto. Questa impressione ho avuto ieri sera a cena con gli immigranti. Qui, alla Madonna delle Grazie, sembrava che Gesù si racconta di nuovo. Agli apostoli, come riporta il brano del Vangelo, Gesù indica una situazione particolarmente allarmante e inquietante.

Ieri sera, ho ascoltato le storie, diverse e fulminante. Che cosa portano questi ragazzi nel cuore, lontano dalla loro casa, dai famigliari, dalla loro cultura. macchiati da un grande vuoto di senso vivono nella storia cercando appoggio, cercando un senso! Paura per il  futuro insicuro,. Ascoltando come sono fuggiti da diversi parti, sono passati diversi paesi, sono arrivati qui e cercano di rifare la vita.  “Ultima cena” si ripete…la storia è penetrata da “Ultima cena” che Gesù fece con i suoi discepoli! non dimentichiamoci!