Riflessione su

Gv 6.51-58

Il vangelo di questa domenica si ricollega a quello della moltiplicazione dei pani. Gesù ha fatto vedere alle folle che lui era Dio ma nello stesso tempo ha voluto far capire che il pane terreno non sazia. Invece chi trova Gesù trova la Vita eterna e non avrà piu’ fame di nulla né ora né per tutta l’eternità. Inoltre questo Vangelo ci indica la grande importanza del Sacramento dell’Eucarestia vero corpo e sangue di Cristo immolato per noi. Accostiamoci ogni giorno o almeno la domenica alla santa comunione. E’ un cibo speciale perché mentre noi mangiamo gli altri cibi e li assimiliamo, con la Santa Comunione è Gesù che ci assimila, cioè ci rende simili a lui e ci santifica.

Buona domenica a tutti!(Massimo di Claudio)

 

Riflessione su

Lc 23

“Quando giunsero al luogo detto Cranio, là crocifissero lui e i due malfattori, uno a destra e l’altro a sinistra. Gesù diceva: «Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno».Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e anche noi!». Ma l’altro lo rimproverava: «Neanche tu hai timore di Dio e sei dannato alla stessa pena?  Noi giustamente, perché riceviamo il giusto per le nostre azioni, egli invece non ha fatto nulla di male». E aggiunse: «Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno».  Gli rispose: «In verità ti dico, oggi sarai con me nel paradiso»”

 

Quando Gesù dice al Padre perdonali, lo dice anche per ognuno di noi. Tutti siamo peccatori ed abbiamo crocifisso Gesù con i nostri peccati.

Ma a noi è data la misericordia di Dio, a noi peccatori che se ci pentiamo con cuore sincero e chiediamo perdono a Dio siamo salvati dalla sua morte in Croce. I due ladroni rappresentano l’umanità peccatrice

uno si pente l’altro no, cioè a tutti Dio da la grazia della conversione ma molti la rifiutano fino alla morte e si dannano eternamente altri si pentono ed anche se hanno fatto i più grandi peccati Dio li salva e gli dona il Paradiso. (Massimo di Claudio)