La Mia esperienza a gli esercizi Ignaziani e’ stata un favorire spiritualmente la riflessione della mia vita sulla parola di Dio.Venendo da un periodo arido spirituale, dettato dagli affanni della vita. IL Signore mi ha cercato facendomi assaporare il riposo in  Lui, e con  Lui, rivelandosi il piu’ bel riposo avuto. Ho gioito nel vedere la Fede, l’amore, e la passione, la fermezza, di due giovani sacerdoti che ci hanno guidato, con toni pacati, non da autoritari ne da predicatori, ma”famigliarmente Don Cristian e P Giuliano. Giorni passati in clima silenzioso sguardi abbassati sfuggendo alle distrazione della contemplazione, alla parola che ci veniva quotidianamente presentata. Ho vissuto il dono d’elaborazione ogni giorno, e in compagnia di Gesu ‘ ho compreso l’urgenza per la mia anima, e per il tempo che passa, di vivere piu’ intensamente la fede. Alla sua presenza in quell’oasi di pace e’ stato per me un svuotarsi e riempirsi contemporaneamente, facendo un viaggio nel passato, guardando alla mia grande fragilità interiore . Ho provato l’emozione forte, sentendomi amata e rassicurata, il Signore mi chiedeva di perseverare è andare avanti di non aver paura, e abbracciata dalla sua grande misericordia. Invitati fin dal primo giorno a contemplare la natura e lodare Dio del creato, in quel nido di pace, tra il verde è il rumore delle foglie e lo svolazzare di qualche farfalla. Nell’immergersi nella contemplazione ogni rumore sembrava scomparire. Nei giorni a seguire ci venivano presentati brani biblici, dalla nascita di Gesu, alla sua resurrezione.Tante le emozioni emerse, è stato un calarsi nei brani e, nel periodo del tempo e del luogo, un’immergersi nella vita di Gesù, e gustare il suo vissuto e rimanere spesso ferma in alcuni momenti della sua vita, suscitandomi anche tanti interrogativi! Nel suo vissuto terreno ho sentito fortemente la grandezza del suo amore e la sofferenza donataci pur essendo figlio di Dio. Si ritirava sul monte a pregare il padre, sapendo che tutto le avrebbe concesso. ma Lui lo pregava, come quando a scelto gli apostoli e mi ha colpito il suo atteggiamento nei confronti di Dio. Mi colpisce la sua grande umiltà il dolore del Getsemani il suo sudare sangue sentendo fortemente il rifiuto dell’umanità. Qui sento fortemente la mia miseria nei suoi confronti. Trovo il suo donarsi ricco di tanto amore, e mi incoraggia, come il perdono al ladrone pentito, chiedo di essere capace con la sua grazia di poter attingere sempre alla sua misericordia. La bellezza della resurrezione, li mi soffermo e, emoziono quando la Maddalena, riconoscendo Gesù Al Sepolcro gli corre incontro felice, ma lui gli dice vai corri dai discepoli, annuncia che sono risorto. Gesu ‘ ci invita ad andare oltre la croce vedere la luce, la speranza il bagliore che da essa emana facendoci annunciatori del suo amore. Mi ritrovo nel versetto di Gesù con i discepoli di Emmaus che non lo riconoscono loro delusi, erano andati fuori strada, eppure Gesù nel tempo trascorso con loro, prima della passione gli aveva detto ogni casa, che doveva patire e morire e, resuscitare il terzo giorno. Lo riconoscono nello spezzare il pane Sento che Gesù vuol dirmi che nella vita non mancheranno momenti difficili anche croci. Ma riconoscerlo nello spezzare il pane nel sacramento che ci unisce e di non dubitare mai della sua presenza nell’eucarestia
Si è risorto ! per rimanere con noi e consolarci è aiutarci nei momenti bui a rimanere dritti sotto la croce. Questi giorni trascorsi in questo atteggiamento riflessivo e anche interrogativo rileggendo gli appunti. Sento il Signore che mi chiede di impegnarmi fortemente nelle scelte che lui ha voluto donarmi nella vita in cui mi ha posto. Essere testimonianza del suo incontro nella mia vita per il bene ricevuto.
Rimanere attaccata al suo amore nonostante incontrassi delle contraddizioni, e rinunciare alle false gioie. Per accogliere un giorno il dono definitivo della resurrezione piena. Ringrazio Don Cristian per l’accoglienza datami, e per aver voluto dare questa grande opportunità di fare gli esercizi ignaziani nella mia comunità Amandolese!